Le parole della comunicazione web

elena-koycheva-1054933-unsplash

 

Glossario dell'editoria
Le parole della comunicazione web

 

Al glossario dell’editoria si aggiungono ora le parole chiave di chi lavora con il web: con i social media, i siti, i blog, ma anche podcast e newsletter. Le hanno scelte Valentina Aversano e Luca Pantarotto, che saranno con noi per il corso Comunicazione | Gli strumenti del web:

Caricabatterie: siamo quelli con il power bank sempre in tasca. Quelli che hanno il cavetto per qualsiasi attacco e che per sicurezza escono sempre non con uno, ma con due caricabatterie. Dobbiamo essere sempre pronti e, se dobbiamo coprire un evento in una sala in cui non c’è campo, di sicuro riusciamo a inventarci qualcosa degno di McGyver (se non sai chi è, sei ancora giovane, complimenti).

 

Community: gruppo più o meno ampio di persone che condividono con noi passioni e interessi e che hanno scelto di seguire noi, proprio noi, per vedere se abbiamo qualcosa di interessante da dire. Spoiler: meglio averlo.

 

Liste: di risorse da studiare, di persone da seguire, di cose da non dimenticare. Che siano su Pocket, Feedly o su un foglio di carta, sono una cassetta degli attrezzi che non si smette mai di riempire, per aggiornarsi e lasciarsi ispirare.

 

Personalità: come il sale nelle ricette: quanto basta. Amichevole, riconoscibile ma non invadente. L’Io va bene, l’Ego no. E soprattutto: promozione e spam NON sono sinonimi.

 

Prontezza: fondamentale. Una domanda ignorata, una battuta non colta, una richiesta non soddisfatta, anche una provocazione lasciata cadere bastano a incrinare il rapporto con il lettore. I social li hanno inventati per parlare e a nessuno piace parlare da solo.

Qui trovate le altre parole del nostro glossario.

Comments are closed.